Crea sito

Dio risponde alle preghiere?

Ci siamo mai chiesti: ma Dio risponde veramente alle preghiere? La risposta è sì. Ho visto tante volte nella mia vita risposte alle mie preghiere, troppo spesso per essere coincidenze. Ovviamente devono essere preghiere secondo la volontà divina: una volta ho sentito un ex-tossicodipendente raccontare che quando dipendeva dalla droga, pregava: “Signore, fammi trovare roba buona (nel senso della droga)”. Oppure se un ladro, un prepotente, un assassino, un adultero chiedessero la riuscita delle loro imprese malvagie, un successo eventuale non avrà niente a che fare con Dio.

Sono certo che se conoscessimo veramente la potenza della preghiera, tutti pregheremmo molto di più.

Come pregare?

Nel pregare non usate troppe parole come fanno i pagani, i quali pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole.” (Matteo 6:7). Pregare è una conversazione con Dio. Recitare preghiere a memoria non serve a nulla. Conversare vuol dire anche ascoltare. Tante volte, idee che ci vengono in mente mentre preghiamo possono essere suggerimenti divini per risolvere la situazione. Anche se è un’ottima idea avere un momento dedicato alla preghiera, è opportuno “non smettere mai di pregare“, essere consapevole della presenza costante del Signore e Salvatore, e condividere con Lui tutto, come con un amico caro.

Funziona?

Parole di Gesù: “Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto” (Matteo 7:7 e ripetuto in Luca 11:9). Le promesse di esaudimento delle preghiere sono numerose sia nel Nuovo che nell’Antico Testamento. E’ sempre stato desiderio di Dio esaudire il Suo popolo. Per approfondire se possiamo o meno fidarci delle promesse della Bibbia, consiglio la lettura di questo post.

Perché lo fa?

Farci questa domanda significa che non abbiamo ancora capito l’amore di Dio per noi! Siamo stati creati per essere amati da Lui, e niente di quello che possiamo fare o non fare può cambiare quest’amore. E’ il nostro Padre Celeste. “E chi è quel padre fra di voi che, se il figlio gli chiede un pane, gli dà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli dà invece un serpente?” (Luca 11:11). Chi ha la gioia di essere genitore sa con quanta benevolenza vediamo le varie richieste dei propri figli. Tanto più Dio che ci ama di un amore perfetto!

Preparati per i miracoli

Pregare è aprire la porta al sovrannaturale, all’intervento divino nella nostra vita. Pregare è togliere lo sguardo dal problema e fissarlo su Chi lo può risolvere. Se il tuo problema ti sembra un muro che impedisce di vedere l’orizzonte, guarda ancora più in alto! Se pensi di mancare di fede o non sapere come pregare, lascia la tua richiesta di preghiera sulla pagina apposta. Un gruppo d’intercessori la porterà al Padre per te.

Vi voglio incoraggiare a lasciare nei commenti le vostre testimonianze.

Se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudirò dal cielo, perdonerò i suoi peccati e guarirò il suo paese. (2Cronache 7:14)

 

2 Risposte a “Dio risponde alle preghiere?”

  1. Il Signore mi ha ascoltato e ha CAMBIATO CONCRETAMENTE le circostanze di una situazione a me sfavorevole per renderla decisamente più agevole. Non ha risolto il problema per me, ha fatto di più: mi ha facilitato e messo nelle condizioni in cui potessi risolverlo io, con le mie forze, non scavalcandomi e facendomi credere in me stesso, donandomi consapevolezza e la possibilità di farcela da solo, ma sempre grazie a Lui.
    È fantastico, ascolta, agisce, risolve, interviene, cambia concretamente la realtà dei fatti e soprattutto, dei cuori.
    Bisogna pregare, e chiedere a cuore aperto, ammettendo di essere in difficoltà e di avere bisogno di aiuto. E l’aiuto arriverà, veramente, e concretamente!

    Grazie Signore, grazie Gesù!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.